Post Cosmic vol.1, l’afro di nuova generazione

Post Cosmic vol.1, l’afro di nuova generazione, è la prima raccolta di una serie che voglio dedicare alla musica del dopo Cosmic. Con la chiusura del tempio della “afro music” non è venuto a mancare solamente il locale meta di molti giovani degli anni 80, ma anche ed in particolar modo quel filone musicale, unico nel suo genere, che Daniele Baldelli aveva sapientemente proposto in riva al Garda. La serie di cassette tanto ricercate e collezionate si è interrotta nel 1987 e chi ha tentato di raccoglierne l’eredità non pare abbia avuto lo stesso estro e fantasia musicale. Post Cosmic vol.1, l'afro di nuova generazione Negli anni 90, a seguire fino ai giorni nostri, abbiamo assistito ad una metamorfosi dei d.j. afro che va dalla riproposizione, in formato edit/remix, di alcuni classici del Cosmic al tentativo di proporre un nuovo filone musicale chiamato “new aphro” o semplicemente afro (che poi di afro non ha proprio niente!). Alla nuova generazione, cioè ai ragazzi degli anni 2000, questo nuovo genere sembra anche piacere, è una questione di gusti musicali… Non possiamo proprio dire altrettanto per chi ha vissuto nel periodo delle discoteche afro ed ha frequentato locali come: Cosmic, Typhoon, Chicago, Les Cigales, ecc. ecc. A questi (meno giovani) la new aphro, che si basa principalmente su edit casalinghi di pezzi cumbia e simili, non può piacere perchè non ha niente in comune con la più famosa afro Cosmic del passato. D’altra parte non possiamo sapere, nel caso il Cosmic fosse sopravvissuto fino ai giorni nostri, quale ne sarebbe stata l’evoluzione musicale. Forse quel filone si sarebbe ugualmente esaurito, o forse no… E chi può rispondere? Non certamente io. La mia vuole essere solamente una semplice proposta musicale (senza particolari prestese…) che rispecchia il mio modo di identificare il “Cosmic sound” dei tempi attuali. Nella raccolta “Post Cosmic vol.1, l’afro di nuova generazione” riconosco alcune sonorità presenti nelle programmazioni di quegli anni ruggenti, sono 80 minuti di musica contenenti brani mai proposti al Cosmic perchè usciti fra gli anni 90 ed i giorni nostri, oltre ad alcuni remix di pezzi famosi nel passato come: This Fear Of Gods dei Simple Minds, Could you be Loved dell’indimenticabile Bob Marley, Impressioni di Settembre della Premiata Forneria Marconi, Kemba di Stewart Copeland e per finire Kano con Ikeya Seki.

Post Cosmic vol.1, l’afro di nuova generazione
920 Download

7 commenti

  1. Jader

    Lodevole l’intento ma nonostante l’orecchiabilità momentanea non mi “arriva” al cuore alcuna vibrazione. Probabilmente sarò troppo out io e continuo ad incitare queste tue produzioni, tifando per capolavori come il precedente Vol.6. Alla prox e Buon Anno!!!

    Rispondi
    • manzini.org

      Ciao Jader, “Post Cosmic” è solo un tentativo di guardare anche al presente (e futuro) di un genere musicale che è stato la nostra colonna sonora degli anni 80. Naturalmente Tribute to Cosmic non si ferma al nr.6 ma ci saranno altre uscite nel corso del 2014. Felice anno nuovo anche a te e a tutti i nostalgici del Cosmic!

      Rispondi
  2. poldosbaffini

    Grazie per questa tua ultima raccolta….
    Spero vivamente che sia un buon anno….
    Felice 2014 anche a voi !!!!!

    Rispondi
  3. manzini.org

    Aggiunta la tracklist dei pezzi che compongono Post Cosmic vol.1 http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif

    Rispondi
  4. denis dj

    ok bravohttp://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_bye.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_good.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_negative.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_scratch.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wacko.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yahoo.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cool.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_heart.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_rose.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_smile.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_whistle3.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_yes.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_cry.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_mail.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_sad.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_unsure.gif 
http://www.manzini.org/wp-content/plugins/wp-monalisa/icons/wpml_wink.gif 
 

Navigando nel sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza solo i cookies tecnici per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Non ci sono cookies di profilazione. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetto" permetti il loro utilizzo.

Chiudi